Rassegna stampa - In Islanda con la Cayenne. Una maratona nel ghiaccio

In Islanda con la Cayenne. Una maratona nel ghiaccio

In Islanda con la Cayenne. Una maratona nel ghiaccio

Reykjavík (Islanda) - Attraversare tutta l'Europa per un sogno, quello di guidare 3 Cayenne, fuoristrada ma non troppo, sulle piste più a nord del continente, nell'isola della neve. In realtà l'Islanda è relativamente temperata grazie alla corrente del Golfo, anche se sfiora il Circolo Polare Artico. La seconda isola più grande del continente è però il paradiso di coloro che amano poco l'asfalto e prediligono la guida su sterrati, piste battute, eccetera. Fiordi, ghiacciai, intere aree che rimangono "impassable" fino ad estate inoltrata. Un totale di 13 mila kilometri di arterie, delle quali ben 8.300 non asfaltate. Vista l'origine vulcanica del territorio, con moltissimi crateri ancora attivissimi, questo vuol dire una superficie di sassi e sassolini assai taglienti sui quali mettere le ruote di auto abituate, da noi, a girare in città o, tutt'al più su strade di montagna lisce come biliardi. Per realizzare il sogno di un gruppo di appassionati proprietari di Porsche di Pesaro guidati dall'infaticabile Stefano Vichi si attraversa quindi mezz'Italia e tutta la Germania per raggiungere l'imbarco in Danimarca. Poi, con "appena" 66 ore di navigazione, si sbarcano finalmente le 3 Cayenne sul territorio islandese. A chi scrive tocca guidare la vettura di punta del gruppetto, una GTS con un V8 benzina da 420 CV e 515 Nm di coppia che se avrà qualche problema nel percorrere 2.878 km girando tutta l'Islanda, non sarà certamente di trazione, grazie alla potenza esuberante e ai sofisticati sistemi di controllo elettronico (Porsche Traction Management, differenziale a slittamento limitato, possibilità di alzare la vettura per il fuoristrada ed escludibilità del controllo di trazione, essenziale sui percorsi innevati). E non è un caso se gli islandesi abbiano cento nomi per chiamare la neve. Anche all'inizio dell'estate ci si può trovare all'interno dell'isola su strade ancora chiuse o comunque percorribili con grande difficoltà. Non che non passino gli sgombraneve; solo che il vento artico che spazza quest'isola quasi totalmente priva di alberi crea barriere bianche spesso assai difficili da superare. Una di queste barriere l'abbiamo trovata quando abbiamo raggiunto i fiordi occidentali, una delle zone più belle dell'Islanda, dove spesso amano incrociare banchi di balene. E i cerchi optional da 21 pollici con gomme ribassate che equipaggiano la GTS vanno benissimo per affrontare al limite curve asfaltate ma non per sterrati e neve primaverile islandese. Svincolarsi dalla morsa della strada non è stato uno scherzo e ci ha fatto capire perché i Suv locali siano tutti equipaggiati con ruote monstre che alzano la vettura di un buon mezzo metro e assicurano trazione su quasi tutti i fondi. Fino a luglio i turisti che si avventurano in macchina per queste strade sono davvero pochi e così le tre Cayenne con targa italiana suscitano ovunque la curiosità dei pochissimi viaggiatori che si incontrano. L'unica vera grande arteria è la numero 1 che passa per la capitale Reykjavík e percorre circolarmente tutta l'isola. Le altre sono spesso stradine che consentono il passaggio comodo a una sola auto. In corrispondenza dei dossi ciechi la strada diventa a 2 corsie per evitare il rischio di scontri frontali. Visto il numero limitatissimo di vetture che si incontrano , si tende a sottovalutare il pericolo. I pochi automobilisti non sembrano rispettare troppo scrupolosamente il limite di 80 km/h sulle strade non asfaltate (90 sulle altre). Anche la GTS quando si spinge col piede sull'acceleratore non delude, visto che è accreditata di uno 0-100 km/h in 5,7 secondi. Ma per quanto a volte appaiono lisce e ben tenute, le strade islandesi vanno maneggiate con cura. Mettere una ruota sul bordo dove si accumula la ghiaia può diventare assai insidioso, specie con un bestione che caricato con ruote di scorta e attrezzatura varia può arrivare quasi a 3 tonnellate. Fabrizio Dragosei

Richiedi informazioni